MENU

C’è uno strettissimo legame tra il diabete e il mal di schiena. Uno studio dell’Università di Sidney ha scoperto infatti che coloro che hanno il diabete hanno maggiori probabilità di soffrire di mal di schiena e dolore al collo. I risultati, pubblicati sulla rivista Plos One, suggeriscono la necessità di nuove ricerche che abbiano lo scopo di verificare le origini di questa associazione.

Il mal di schiena affligge milioni di persone in Italia e nel mondo. Circa la metà delle persone adulte prova tale dolore almeno una volta nella vita. Il mal di schiena colpisce soprattutto le persone dopo i 40 anni e maggiormente il sesso femminile. Il diabete è, invece, una condizione cronica sempre più diffusa, che si stima colpisca oltre 425 milioni nel mondo, 52 milioni in Europa, 5 milioni in Italia. Nel corso dello studio i ricercatori australiani hanno esaminato i risultati di otto indagini precedenti, che avevano analizzato la relazione tra il diabete di tipo 1 o di tipo 2 con il mal di schiena e il dolore al collo. Al termine dell’analisi, hanno scoperto che le persone affette da diabete correrebbero un rischio maggiore del 35 per cento di soffrire di lombalgia e un pericolo più alto del 24 per cento di soffrire di dolore al collo rispetto ai non diabetici. 

“Il diabete e il dolore a collo e schiena sembrano essere in qualche modo collegati”, spiega Manuela L. Ferreira, ricercatrice dell'ateneo australiano che ha coordinato lo studio. “Non possiamo dire come, ma questi risultati indicano che ulteriori ricerche su questo legame potrebbero essere giustificate”, aggiunge.

Lo studio ha però definito quali direzioni andrebbero prese. “Il diabete di tipo 2 e il mal di schiena presentano entrambi una forte relazione con l'obesità e con la mancanza di attività fisica, per cui la progressione logica di questa ricerca dovrebbe essere quella di esaminare questi fattori in modo più dettagliato”, spiega Ferreira. “La nostra analisi conferma l’ipotesi che il controllo del peso e l'attività fisica svolgano un ruolo fondamentale nel mantenere l’organismo in salute”, aggiunge. Concorda con questa ipotesi anche  Agostino Consoli, presidente eletto della Società Italia di Diabetologia e professore ordinario di endocrinologia all'Università di Chieti-Pescara. “I risultati - commenta - mostrano un incremento di questi dolori in persone con diabete ma non emerge un rapporto causale tra i due. E' probabile invece che questa comorbidità sia dovuta al fatto che condividono le stesse precondizioni, come il peso eccessivo e la poca attività fisica”.

Lo studio ha inoltre evidenziato che i farmaci antidiabetici sarebbero in grado d’influenzare il dolore, probabilmente attraverso l’effetto che esercitano sui livelli di glucosio nel sangue. Questa connessione, secondo gli autori, dovrebbe essere ulteriormente approfondita. Nel frattempo, alla luce dei risultati ottenuti, gli scienziati raccomandano ai medici di sottoporre i pazienti affetti da lombalgia o dolore al collo di effettuare lo screening per il diabete.

“Il dolore al collo e alla schiena e il diabete affliggono sempre più persone”, conclude Paulo Ferreira, che ha preso parte all’indagine. “Vale la pena impegnare maggiori risorse per indagare sulla loro relazione. È possibile che modificare i trattamenti per il diabete potrebbe ridurre l'incidenza del mal di schiena, e viceversa”, aggiunge.