MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

Trattamento sintomatico di stati irritativo-infiammatori anche associati a dolore del cavo orofaringeo (ad es. gengiviti, stomatiti, faringiti), anche in conseguenza di terapia dentaria conservativa o estrattiva.
Colluttorio 0,25% e Soluzione da nebulizzare 0,25%

A che cosa serve

Flurbiprofene è un antinfiammatorio appartenente alla classe dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) che esplica una spiccata azione antinfiammatoria, analgesica e antifebbrile. La formulazione in collutorio e in soluzione da nebulizzare trovano impiego nel trattamento sintomatico di stati irritativo-infiammatori anche associati a dolore del cavo orofaringeo (ad es. gengiviti, stomatiti, faringiti), anche in conseguenza di terapia dentaria conservativa o estrattiva.

Quanto ne serve

La dose raccomandata è di due o tre risciacqui o gargarismi al giorno con 10 ml di collutorio oppure con la soluzione da nebulizzare di 2 spruzzi 3 volte al giorno.

Come e quando si prende

Flurbiprofene colluttorio può essere diluito in acqua e utilizzato mediante risciacqui o gargarismi. Con la soluzione da nebulizzare gli spruzzi vanno indirizzati direttamente sulla parte interessata.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Alle dosi consigliate, l’eventuale deglutizione di flurbiprofene 0,25% collutorio e flurbiprofene 0,25% soluzione da nebulizzare non comporta alcun danno perché queste dosi sono ampiamente inferiori a quelle usualmente utilizzate quando il farmaco viene assunto in formulazione in pastiglie (via sistemica).
L’uso di flurbiprofene 0,25% collutorio e 0,25% soluzione da nebulizzare, specie se prolungato, può, tuttavia, dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o di irritazione locale; in queste circostanze occorre interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire, se necessario, una terapia idonea.
Durante la gravidanza e l’allattamento flurbiprofene non dovrebbe essere utilizzato. Raramente possono comparire bruciore e secchezza della bocca.