MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

Trattamento dell’asma bronchiale e delle affezioni polmonari con componente spastica bronchiale.
Compresse, granulato per soluzione orale, sciroppo

A che cosa serve

Doxofillina è un derivato delle xantine, farmaci che agiscono dilatando i bronchi. Doxofillina viene quindi usata nel trattamento dell’asma bronchiale e delle malattie polmonari in cui sia presente uno spasmo delle vie aeree.

Quanto ne serve

Per la formulazione in compresse la dose raccomandata è di una compressa da 400 mg due/tre volte al giorno.
Per la formulazione in granulato (200 mg) per soluzione orale viene raccomandata una dose di una/tre bustine al giorno.
Nel caso dello sciroppo la dose raccomandata è di 2 misurini da 10 ml due/tre volte al giorno negli adulti (1 misurino da 10 ml corrisponde a 200 mg di doxofillina).

Come e quando si prende

La formulazione in granulato va sciolta in abbondante acqua .

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Con l'impiego di derivati xantinici possono manifestarsi nausea, vomito, dolore epigastrico, cefalea, irritabilità, insonnia, tachicardia, extrasistole, tachipnea ed occasionalmente iperglicemia ed albuminuria.
Poiché non esiste sufficiente sperimentazione clinica in gravidanza, l'uso del farmaco in corso di gestazione deve essere attentamente valutato caso per caso secondo il criterio rischio-beneficio.
Si consiglia un uso moderato di bevande ed alimenti contenenti caffeina.
La contemporanea somministrazione di molti farmaci quali eritromicina, TAO, lincomicina, clindamicina, allopurinolo, cimetidina, vaccino antinfluenzale, propranololo può ridurre l’eliminazione da parte del fegato dei derivati xantinici con aumento dei livelli plasmatici del farmaco.