MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe C, a carico del cittadino
Ricetta medica obbligatoria
Gocce orali da 3 mg/0,75 ml

A che cosa serve

Prevenzione e trattamento di deficit neurologici ischemici legati a una riduzione dell’efficienza della circolazione sanguigna cerebrale dovuta a vasospasmo.

Quanto ne serve

Il dosaggio medio previsto è di 30 mg per 3 volte al giorno.

Come e quando si prende

Si assume con un po'acqua, lontano dai pasti, distanziando le assunzioni di almeno 4 ore una dall’altra.

Non assumere con succo di pompelmo.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Nimodipina è un farmaco complessivamente ben tollerato.

Nimodipina non va somministrata in soggetti con funzionalità del fegato molto compromessa e non è indicata in gravidanza né durante l’allattamento. Il suo impiego, inoltre, deve essere cauto in presenza di bassa pressione arteriosa e alterazioni della funzionalità renale.

L’assunzione contemporanea di rifampicina e di farmaci antiepilettici come fenobarbital, fenitoina o carbamazepin va evitata perché riduce l’efficacia di Nimodipina.

Se si utilizzano contemporaneamente antibiotici macrolidi (eritromicina), antimicotici (ketoconazolo), antidepressivi (fluoxetina), antiepilettici (acido valproico o cimetidina è necessario prevedere controlli regolari della pressione arteriosa.