MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Assogenenrici e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

Farmaco essenziale di classe A, erogato gratuitamente al cittadino nei casi previsti dalla nota 55 dell'AIFA
Ricetta medica obbligatoria
Compresse rivestite e bustine da 875 + 125 mg
Fiala per iniezioni intramuscolari/endovenose (1 g/4 ml)

A che cosa serve

Trattamento a breve termine di infezioni gravi (delle vie respiratorie; degli apparati urinario e osteoarticolare; del distretto addominale, del sistema nervoso centrale, della cute e del tessuto sottocutaneo; batteriemie e setticemie), causate da batteri Gram negativi, compresi ceppi di Pseudomonas e stafilococchi resistenti ad altri antibiotici. Indicato anche contro le complicanze infettive severe di interventi chirurgici e ustioni.

Quanto ne serve

Il dosaggio medio in adulti e bambini è di 15 mg/kg/die, in 2 somministrazioni; nei casi più gravi e nelle infezioni da Pseudomonas vanno utilizzati 15 mg/Kg/die, in 3 somministrazioni.

Nei soggetti con funzionalità renale ridotta può essere necessario diminuire la dose di farmaco utilizzata.

La durata del trattamento varia da 3 a 7 giorni in caso di somministrazione endovenosa e da 7 a 10 giorni in caso di somministrazione intramuscolare, a giudizio del medico.

Come e quando si prende

Si assume attraverso iniezioni intramuscolari o endovenose per il periodo indicato dal medico.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Amikacina è un antibiotico aminoglicosidico prezioso per contrastare infezioni difficili da debellare, ma il suo impiego deve essere cauto e costantemente monitorato dal medico per ridurre il rischio di effetti collaterali importanti a carico dei reni, dell'orecchio e del sistema nervoso.

L'impiego di Amikacina è controindicato in caso di ipersensibilità a questo o ad altri antibiotici aminoglicosidici, durante la gravidanza e l'allattamento. In soggetti disidratati o con funzionalità renale ridotta l'uso di Amikacina deve essere particolarmente cauto.

Durante il trattamento con Amikacina non dovrebbero essere somministrati per via sistemica altri farmaci tossici per l'orecchio o il rene: in particolare, Streptomicina, Polimixina B, Polimixina E (Colistina), Neomicina, Gentamicina e Viomicina. Inoltre, va evitato l'impiego contemporaneo di diuretici ad azione rapida, come Acido etacrinico, Furosemide, Sodio meralluride, Sodio me
rcaptomerin e Mannitolo.

Amikacina non va assunta per più di 14 giorni.