MENU

Può sembrare controintuitivo ma per bruciare i grassi bisognerebbe mangiare del cioccolato. Purché lo si faccia al mattino, precisamente entro 60 minuti dal risveglio. Uno studio condotto dagli scienziati del Brigham and Women's Hospital (Usa), e dell'Università di Murcia (Spagna) ha dimostrato che una piccola quantità di cioccolata, consumata in una ristretta finestra di tempo al mattino, sembra in grado di aiutare l’organismo a bruciare i grassi e ridurre i livelli di glicemia. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Federation of American Societies for Experimental Biology Journal.

Nello studio sono state coinvolte 19 donne in post-menopausa. Le partecipanti hanno assunto 100 grammi di cioccolato di mattina o di sera per un periodo di 14 giorni. Ebbene, dalle analisi condotte i ricercatori hanno concluso che la cioccolata non è stata associata a un aumento di peso, ma poteva influenzare la fame e l'appetito, la qualità del sonno e del metabolismo. Gli autori sostengono che assumere una moderata quantità di cioccolato entro un’ora dal risveglio sembra in grado di aiutare la combustione dei lipidi e di ridurre i livelli di glucosio nel sangue.

Lo stesso alimento consumato entro un’ora dal coricarsi la sera aveva invece effetti negativi sul metabolismo e la qualità del riposo. “I nostri risultati – osserva Frank Scheer del Brigham and Women's Hospital – evidenziano i meccanismi fisiologici determinati dall’alimentazione non dipendono solo da cosa mangiamo, ma anche dal momento della giornata in cui ci concediamo questi piccoli piaceri”. I ricercatori non hanno registrato casi di aumenti di peso nonostante l’apporto calorico più elevato. Anzi il cioccolato al mattino sembrava ridurre la fame, l’appetito e il desiderio di dolci nel resto della giornata.

Articoli Correlati