MENU

NEWS

30 Luglio 2021
Può far bene alla “gola”, ma fa sicuramente male al cuore. Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università di Oxford ha suggerito che il consumo di carne rossa o lavorata può incrementare il rischio di sviluppare malattie cardiache, tanto che per ogni 50 grammi di carne lavorata consumati su base settimanale, il pericolo di problemi coronarici aumenta del 18 per cento. Queste conclusioni, pubblicate sulla rivista Critical review in...
28 Luglio 2021
Grazie allo sviluppo di una nuova nanoparticella, in futuro, arrivare a una diagnosi di cancro sarà molto più semplice. Un gruppo di scienziati del Massachusetts Institute of Technology ha infatti messo a punto un test che sfrutta questa nanoparticella per rivelare nelle urine la presenza di proteine ​​cancerose e la usa come agente per imaging, aiutando a individuare la posizione del tumore. In linea di principio, questo nuovo sistema ...
26 Luglio 2021
Per la prima volta in Italia un paziente potrà riacquistare udito ed equilibrio grazie a un innovativo intervento chirurgico. L'operazione è stata eseguito lo scorso 19 luglio dall’équipe coordinata da Maurizio Barbara, direttore del Dipartimento di Neuroscienze, salute mentale e organi di senso dell'Università Sapienza di Roma e della UOC di Otorinolaringoiatria del Sant'Andrea. L’impianto inserito chirurgicamente nell'orecchio permetterà al...
23 Luglio 2021
Abiti che fanno da “scudo” contro le punture di zanzare Aedes aegypti, quelle responsabili della trasmissione di virus che causano malattie come Zika, dengue o febbre gialla. E' quanto hanno realizzato con successo gli scienziati della Vector Textiles, una startup dello Stato della Carolina del Nord e della North Carolina State University. I nuovi speciali vestiti sono stato descritti sulla rivista Insects.
21 Luglio 2021
Alcuni alimenti che vengono comunemente consumati, specialmente dai bambini e dai ragazzi, potrebbero aumentare il rischio di sviluppare una malattia infiammatoria intestinale (IBD). Si tratta dei prodotti da forno, snack confezionati, bevande gassate, cereali zuccherati, piatti pronti e altri cibi elaborati. A scoprirlo è stato un gruppo internazionale di ricercatori del progetto “Prospective Urban Rural Epidemiology” (PURE) in uno studio pubblicato sul...
19 Luglio 2021
Per la prima volta una paziente adulta, di circa 40 anni d'età, è stata trattata con un'innovativa terapia genica approvata e rimborsata in Italia contro una rara forma di malattia ereditaria della retina, l’amaurosi congenita di Leber. La terapia si chiama Voretigene naparvovec ed è stata somministrata dai medici della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. “In Italia sono già stati trattati con Voretigene naparvovec diversi...
16 Luglio 2021
Prevedere un ictus si può, anche 10 anni prima che questo si verifichi. Perché in questo lasso di tempo possono avvenire dei sottili cambiamenti che sembrano legarsi all'evento acuto. A individuarli è stato un gruppo di ricercatori dell'Erasmus MC University di Rotterdam in uno studio pubblicato sul Journal of Neurology Neurosurgery & Psychiatry. Gli studiosi hanno esaminato i dati su 14.712 persone che sono state monitorate per ben 28 anni. I...
14 Luglio 2021
Mai rinunciare a preziose ore di sonno perché pensare poi di recuperarle con grandi dormite in seguito è una vera e propria illusione. Uno studio condotto dall'University of South Florida, a Tampa, ha infatti dimostrato che il sonno perso è e rimarrà semplicemente perso. Non solo. Lo studio, pubblicato sulla rivista Annals of Behavioral Medicine, ha dimostrato che non dormire bene per tre giorni consecutivi può portare a quello che i medici definiscono...
12 Luglio 2021
In futuro, il cancro potrebbe non avere scampo. Un gruppo di ricercatori tutto italiano ha sviluppato una nuova nanoparticella ibrida in grado di veicolare in maniera efficace e selettiva gli agenti chemioterapici. I nuovi strumenti terapeutici nella lotta contro il cancro, che sfruttano le possibilità derivanti dalle nanotecnologie, sono basati sul rilascio mirato all’interno delle cellule tumorali di piccoli frammenti di RNA, i cosiddetti microRNA....
9 Luglio 2021
Può sembrare controintuitivo ma per bruciare i grassi bisognerebbe mangiare del cioccolato. Purché lo si faccia al mattino, precisamente entro 60 minuti dal risveglio. Uno studio condotto dagli scienziati del Brigham and Women's Hospital (Usa), e dell'Università di Murcia (Spagna) ha dimostrato che una piccola quantità di cioccolata, consumata in una ristretta finestra di tempo al mattino, sembra in grado di aiutare l’organismo a bruciare i grassi e...