MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe A.

Compresse orodispersibili da 10 mg

A che cosa serve

Ebastina è un farmaco antiallergico/antistaminico indicato per trattare i sintomi della rinite allergica stagionale e perenne.

Quanto ne serve

Per i bambini di età pari o superiore ai 12 anni e per gli adulti affetti da rinite, si applicano le seguenti raccomandazioni di dosaggio: 10 mg di ebastina una volta al giorno o, in caso di gravi sintomi, 20 mg di ebastina una volta al giorno. In caso di orticaria, per gli adulti di età superiore ai 18 anni la dose consigliata è di 10 mg una volta al giorno.

Come e quando si prende

La compressa orodispersibile deve essere posizionata sulla lingua dove si scioglierà: non sono necessari acqua o altri liquidi. Ebastina può essere assunta all’orario dei pasti o indipendentemente dai pasti.

Avvertenze e indicazioni

È necessario rivolgersi al medico prima di assumere ebastina in caso di:

  • bassi livelli di potassio nel sangue
  • alterazioni dell’ECG che possono manifestarsi in alcune forme di malattie del cuore
  • utilizzo contemporaneo di alcuni antibiotici (antibiotici macrolidi come eritromicina) o medicinali utilizzati per curare le infezioni fungine (antifungini come ketoconazolo)
  • grave compromissione della funzionalità del fegato
  • gravidanza

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Evitare l’uso durante l’allattamento.

Gli effetti indesiderati più frequenti osservati con ebastina sono bocca secca, mal di testa, sonnolenza. Altri effetti riportati sono dolore addominale, nausea, sintomi gastrici (dispepsia), debolezza (astenia), infiammazione della mucosa della faringe (faringite), rinite, capogiri, insonnia e sanguinamento dal naso. Prima di mettersi alla guida è bene accertarsi di non avere sonnolenza dopo avere assunto ebastina.

È possibile che ebastina assunta con antibiotici (eritromicina) o medicinali utilizzati per curare le infezioni fungine (ketoconazolo) possa portare a livelli elevati di ebastina nel sangue.

La somministrazione concomitante di ebastina con rifampicina (antibiotico) può portare a livelli di ebastina più bassi nel sangue e ridurne pertanto gli effetti.

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 19.02.2018