MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Glicerolo adulti, bambini (supposte da 2250 mg e 1350 mg) e prima infanzia (675 e 900 mg).

A che cosa serve

Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale.

Agisce per effetto osmotico cioè richiama acqua nelle feci e induce contrazioni a livello rettale; l’azione compare circa 15-30 minuti dopo la somministrazione.

Quanto ne serve

La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli.

Generalmente è sufficiente una supposta al giorno.

Dosi minime previste per adulti e adolescenti (12-18 anni): 1 supposta adulti al bisogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno.

Dosi per bambini di età compresa tra 2-11 anni: 1 supposta bambini al bisogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno

Dosi per bambini di età compresa tra 1 mese e 2 anni: 1 supposta prima infanzia al bisogno, per un massimo di 1 o 2 somministrazioni al giorno.

Come e quando si prende

Le supposte vanno usate per via rettale. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni.

Avvertenze e indicazioni

L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali.

L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale).

Chiedere consiglio al medico in caso di assunzione in gravidanza o allattamento.

Il medicinale non altera la capacità di guidare veicoli o usare macchinari.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Occasionalmente possono manifestarsi dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di assumere contemporaneamente lassativi ed altri farmaci.

I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione.

 

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 28.02.2021