MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe A, soggetto a prescrizione medica.

Polvere per inalazione.

A che cosa serve

Prevenzione e trattamento del broncospasmo in pazienti con malattie quali asma bronchiale e bronchite cronica con o senza enfisema, asma allergico.

Quanto ne serve

Adulti: la dose suggerita è di 1 capsula (12 microgrammi) per via inalatoria due volte al giorno (mattino e sera).

La dose massima giornaliera di mantenimento raccomandata è 48 microgrammi (pari a 4 capsule).

Bambini oltre i 6 anni di età: 1 capsula (12 microgrammi) per via inalatoria due volte al giorno (mattina e sera). La dose massima giornaliera non dovrà comunque superare i 24 microgrammi (pari a 2 capsule

Come e quando si prende

Togliere il cappuccio dall’erogatore, aprire l’erogatore, inserire la capsula nell'apposito alloggiamento e richiudere.

È importante che la capsula venga tolta dal flacone solo immediatamente prima della somministrazione.

Aspirare completamente, mettere in bocca il boccaglio e reclinare leggermente all'indietro la testa. Trattenere il respiro il più a lungo possibile, rimuovere l'erogatore e quindi espirare.

Avvertenze e indicazioni

Evitare di assumere in gravidanza e durante l’allattamento.

L’assunzione non interferisce con la capacità di guidare veicoli e utilizzare macchinari.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Gli effetti indesiderati più frequenti sono tremori, palpitazioni e mal di testa.

Nei casi descritti di seguito formoterolo deve essere utilizzato con cautela e solo se assolutamente indicato: cardiopatia ischemica; infarto miocardico; ipertensione grave; aritmie cardiache; scompenso cardiaco; diabete mellito; cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva; stenosi aortica subvalvolare idiopatica; aneurisma; feocromocitoma; tireotossicosi.

I farmaci beta-bloccanti (usati per trattare l’ipertensione arteriosa e alcune aritmie cardiache) possono ridurre o inibire l’effetto di formoterolo e quindi non devono essere usati contemporaneamente. La contemporanea somministrazione di formoterolo con inibitori delle monoaminoossidasi o con antidepressivi triciclici può potenziare l’azione dei beta2-agonisti sul sistema cardiovascolare.

 

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 28.02.2021