MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

BECLOMETASONE 50 mcg USO RESPIRATORIO

Profilassi e trattamento delle riniti allergiche stagionali e croniche compresa la pollinosi ("febbre da fieno") e delle riniti vasomotorie.
Sospensione spray nasale 50 mcg

A che cosa serve

Beclometasone spray nasale è un farmaco appartenente alla classe dei cortisonici, potenti preparati antinfiammatori. Viene utilizzato per la prevenzione e il trattamento delle riniti allergiche sia stagionali sia croniche, compresa la pollinosi, cioè la cosiddetta “febbre da fieno” e le riniti vasomotorie.

Quanto ne serve

Per gli adulti e per i bambini di età superiore a 6 anni il dosaggio è di due applicazioni per narice due volte al giorno o, in alternativa, una applicazione per narice tre o quattro volte al giorno. Il dosaggio massimo non deve superare le 8 applicazioni al giorno.

Come e quando si prende

Beclometasone spray nasale deve essere utilizzato esclusivamente per via nasale. Per ottenere la completa risposta terapeutica è essenziale l’impiego regolare del preparato secondo la posologia prevista. Bisogna ricordare che il massimo beneficio non può essere ottenuto con le prime inalazioni del medicinale ma solo dopo il suo uso costante.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Effetti indesiderati comuni con l’uso di beclometasone spray nasale sono le alterazioni sgradevoli dell’olfatto e del gusto, la secchezza e l’irritazione del naso e della gola e la possibilità di sanguinamento dal naso (epistassi). Se prescritti ad alte dosi per periodi prolungati, i corticosteroidi possono provocare effetti che coinvolgono altri organi e apparti del corpo in particolare possono indurre ritardo della crescita nei bambini e negli adolescenti, riduzione della densità minerale ossea, agitazione, ansia, iperattività psicomotoria. La somministrazione per via nasale tuttavia minimizza il rischio di questi effetti.
Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato solo nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

BECLOMETASONE 250 mcg USO RESPIRATORIO

Trattamento delle malattie ostruttive delle vie respiratorie.
250 mcg soluzione pressurizzata per inalazione

A che cosa serve

Beclometasone è un farmaco appartenente alla classe dei cortisonici, potenti preparati antinfiammatori. Viene utilizzato per il controllo dell'evoluzione della malattia asmatica e delle condizioni di ostruzione dei bronchi.

Quanto ne serve

Adulti: in genere 2 inalazioni 2 volte al giorno. Se ritenuto più opportuno, la posologia può essere frazionata anche a 1 inalazione 4 volte al giorno. In caso di necessità si può aumentare fino a 2 inalazioni 3-4 volte al giorno.

Come e quando si prende

Il buon esito del trattamento dipende da un corretto uso dell’inalatore. Prima di impiegare l’inalatore per la prima volta oppure se esso non sia stato usato per tre giorni o più, rimuovere la chiusura di protezione del boccaglio premendolo delicatamente sui lati e premere una volta nell’aria per rilasciare una erogazione in modo da assicurarsi dell’effettivo funzionamento.
Nell'uso seguire attentamente le seguenti istruzioni:

  • tenere l'erogatore tra il pollice e l'indice con il boccaglio dalla parte inferiore;
  • togliere la chiusura di protezione;
  • collocare il boccaglio tra le labbra ben chiuse ed effettuare una espirazione completa;
  • inspirare a lungo e profondamente con la sola bocca, contemporaneamente premere con l'indice una sola volta.
  • terminata l'inspirazione, trattenere il respiro il più a lungo possibile.
  • terminate le inalazioni richiudere il boccaglio con la chiusura di protezione.

Il boccaglio va sempre tenuto pulito. La pulizia va effettuata con acqua tiepida, dopo aver estratto il contenitore sotto pressione. E’ importante risciacquare la bocca dopo ogni inalazione.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Beclometasone è un potente farmaco della famiglia dei corticosteoridi e come tale può indurre alcuni effetti collaterali abbastanza comuni come la possibilità di facilitare la comparsa di una candidosi orale (bocca e gola) e raucedine. La raucedine è reversibile e scompare dopo l'interruzione del trattamento e / o riposo della voce, è comunque utile risciacquare la bocca con acqua immediatamente dopo l’inalazione. Non si deve interrompere bruscamente il trattamento con beclometasone dipropionato. Con i corticosteroidi inalatori, in particolare quando prescritti ad alte dosi per periodi prolungati, si possono presentare effetti sistemici come riduzione/soppressione dell’attività delle ghiandole surrenali, ritardo della crescita in bambini e adolescenti, riduzione della densità minerale ossea, cataratta, glaucoma e, più raramente una serie di effetti psicologici o comportamentali che includono iperattività psicomotoria, disturbi del sonno, ansietà, depressione o aggressività.

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 03.03.2015