MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe C.

Compresse effervescenti e granulato, soluzione iniettabile o da nebulizzare, compresse orosolubili.

A che cosa serve

Acetilcisteina è una sostanza fluidificante del muco, indicata nel trattamento delle affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione densa e vischiosa: bronchite acuta, bronchite cronica e sue riacutizzazioni, enfisema polmonare, mucoviscidosi e bronchiectasie.

Inoltre, può essere indicata per il trattamento in caso di intossicazione accidentale o volontaria da paracetamolo e per uropatie da iso e ciclofosfamide.

Quanto ne serve

Nebulizzare una fiala per volta, 1-2 sedute al giorno.

Compresse: sciogliere in un po’ di acqua, mescolando.

Seguire le istruzioni del medico per quanto riguarda le quantità e la frequenza.

Come e quando si prende

L’effetto mucolitico dell’acetilcisteina è favorito dall’assunzione di liquidi.

Avvertenze e indicazioni

La somministrazione di acetilcisteina, specialmente per via inalatoria, all'inizio del trattamento, può fluidificare le secrezioni bronchiali; se il paziente è incapace di espettorare in modo efficace, per evitare la ritenzione di secreti occorre ricorrere al drenaggio posturale o, eventualmente alla broncoaspirazione.

I pazienti affetti da asma bronchiale debbono essere strettamente controllati durante la terapia.

L’uso di acetilcisteina in gravidanza e allattamento deve seguire il consiglio medico.

Acetilcisteina non altera la capacità di guidare veicoli o usare macchinari.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

L'impiego del medicinale, per via sistemica, può, occasionalmente, essere seguito da reazioni di ipersensibilità come orticaria e raramente da broncospasmo.

In caso di somministrazioni per via inalatoria sono possibili, irritazioni nasofaringee e gastrointestinali come rinorrea, stomatiti, nausea e vomito.

Per le esigenze di una terapia locale mucolitico-antibiotica è consigliabile somministrare separatamente questi medicinali, in quanto può presentarsi incompatibilità nella somministrazione contemporanea di mucolitici ed alcuni antibiotici.

 

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 28.02.2021