MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

Farmaco essenziale di classe A, erogato gratuitamente al cittadino nei casi previsti dalla nota 13 dell’AIFA
Ricetta medica obbligatoria
Compresse da 900 mg

A che cosa serve

Trattamento delle dislipidemie (in particolare, trigliceridi elevati) in soggetti che non hanno risposto in misura sufficiente al cambiamento della dieta o ad altri farmaci; prevenzione cardiovascolare primaria in uomini a rischio elevato con iperlipemia, che non hanno risposto in misura sufficiente al cambiamento della dieta o ad altri farmaci.

Quanto ne serve

Il dosaggio mediamente utilizzato è di 1,2 g al giorno, divisi in due somministrazioni.

Come e quando si prende

Si assume con un po'acqua, secondo indicazione medica.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

L’assunzione di fibrati, come Gemfibrozil, può associarsi ad alcuni effetti indesiderati. I più frequenti comprendono disturbi gastrointestinali, mal di testa, stanchezza, vertigini ed eruzioni cutanee. Molto raramente possono determinare alterazioni a livello dei muscoli (miopatia e miosite), soprattutto se utilizzati insieme a statine (la terapia contemporanea con questi farmaci è, dunque, da evitare).

Gemfibrozil è controindicato in chi abusa di alcolici, in chi soffre di alterazioni della funzionalità del fegato e delle vie biliari (compresi i calcoli biliari), in gravidanza e durante l’allattamento. Inoltre, deve essere somministrato con cautela in soggetti con alterazioni della funzionalità renale e negli anziani.

Prima di iniziare il trattamento ci si deve sottoporre ad alcuni esami clinici per verificare le concentrazioni di grassi e colesterolo nel sangue, l’emocromo, la funzionalità di fegato, reni e tiroide.

I fibrati possono interferire con altri farmaci. Per evitare inconvenienti è fondamentale segnalare al medico tutti i medicinali da prescrizione e da banco (OTC), i prodotti fitoterapici e gli integratori che si stanno assumendo o che si vorrebbe utilizzare.