MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco essenziale di classe A, ricetta medica obbligatoria.

30 MU/0,5 ml (0,6 mg/ml) soluzione iniettabile o per infusione in siringa preriempita.

A che cosa serve

Filgrastim è un fattore di crescita dei globuli bianchi, utilizzato per il trattamento della neutropenia (riduzione del numero di globuli bianchi). In particolare, può essere usato:

  • per aumentare il numero di globuli bianchi dopo una chemioterapia e migliorare quindi la prevenzione delle infezioni
  • per aumentare il numero di globuli bianchi dopo un trapianto di midollo osseo e aiutare a prevenire le infezioni
  • per aumentare il numero di globuli bianchi in caso di neutropenia cronica grave e aiutare a prevenire le infezioni
  • nei pazienti con infezione da HIV in stadio avanzato per ridurre il rischio di infezioni
  • prima di una chemioterapia a dosi elevate per indurre il midollo osseo a produrre un numero maggiore di cellule staminali, che possono essere prelevate e somministrate nuovamente dopo il trattamento. Queste cellule possono essere prelevate a lei o a un donatore. Le cellule staminali raggiungono il midollo osseo e producono le cellule del sangue.

Quanto ne serve

La dose abituale varia in base alla malattia di cui soffre e al peso corporeo. Indicativamente:

  • per neutropenia associata a chemioterapia: 0,5 milioni di unità (5 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno
  • trapianto di midollo osseo: 1 milione di unità (10 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno, somministrato per infusione
  • neutropenia cronica grave (basso numero di un particolare tipo di globuli bianchi): la dose iniziale abituale è compresa tra 0,5 milioni di unità (5 microgrammi) e 1,2 milioni di unità (12 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno, in dose singola o in dose frazionata
  • neutropenia (basso numero di un particolare tipo di globuli bianchi) in pazienti con infezione da HIV: la dose iniziale abituale è compresa tra 0,1 milioni di unità (1 microgrammo) e 0,4 milioni di unità (4 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno
  • trapianto di cellule staminali del sangue periferico: se per sé stesso, la dose abituale è compresa tra 0,5 milioni di unitá (5 microgrammi) e 1 milione di unità (10 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Se la donazione è per un'altra persona, la dose abituale è 1 milione di unità (10 microgrammi) per chilogrammo di peso corporeo al giorno

Come e quando si prende

Viene in genere somministrato tramite iniezione quotidiana sottocutanea. Può essere somministrato anche tramite iniezione lenta quotidiana in una vena (cioè tramite infusione endovenosa).

Avvertenze speciali

Prestare particolare attenzione nel caso in cui si soffra di osteoporosi o di anemia falciforme, perché filgrastim può scatenare una crisi falcemica.

Informare il medico se si progetta o se si è in gravidanza. Interrompere l’allattamento in caso di uso di filgrastim e informare immediatamente il medico.

L’assunzione di filgastrim può indurre stanchezza e interferire con la capacità di guidare o utilizzare macchinari.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Filgastrim è un farmaco prezioso per contrastare la neutropenia in specifici contesti clinici, ma richiede competenza ed esperienza d’uso, nonché un attento monitoraggio medico durante il trattamento.

In particolare, vanno tenuti sotto controllo la variazione della composizione delle cellule del sangue e delle piastrine, lo stato del midollo osseo, la densità ossea e la funzionalità dei polmoni. Su quest’ultimo fronte, va prestata particolare attenzione a sintomi quali tosse, difficoltà respiratorie e febbre. Se si sviluppa una Sindrome da stress respiratorio acuta (ARDS) il trattamento con filgastrim deve essere interrotto e va intrapresa una terapia idonea per la malattia polmonare.

Filgastrim può interagire con altri medicinali, ma il suo impiego in ambiente specialistico strettamente monitorato evita possibili inconvenienti in questo senso. Per un’azione terapeutica ottimale filgastrim deve essere somministrato a 24 di distanza dalla chemioterapia.

Informare sempre il medico riguardo ai medicinali che si stanno assumendo prima di iniziare il trattamento con filgastrim.

 

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 14.03.2021