MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

Farmaco essenziale di classe A, erogato gratuitamente al cittadino
Ricetta medica obbligatoria
Compresse da 100 -150 -200 mg

A che cosa serve

Trattamento delle vaginiti e delle balaniti causate da Candida albicans; micosi cutanee (tinea pedis, tinea corporis, tinea cruris e pityriasis versicolor).

Quanto ne serve

Negli adulti, il trattamento delle candidosi delle mucose genitali, le formulazioni per bocca prevede un dosaggio di 150 mg in dose singola. Per le candidosi a carico di altre mucose (per esempio, bocca e faringe) sono necessari 50-100 mg al giorno per 7-14 giorni. Nei bambini la posologia varia in relazione al peso e all’età.
La terapia di tinea corporis e cruris e pityriasis versicolor abitualmente prevede 50 mg al giorno per 2-4 settimane, da protrarre fino a 6 in caso di tinea pedis.
Le dosi vanno ridotte in presenza di grave alterazione della funzionalità dei reni.

Come e quando si prende

Si assume con un po' d’acqua, seguendo le indicazioni del medico.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Durante il trattamento con Fluconazolo possono insorgere effetti collaterali quali nausea, dolori addominali, diarrea, flatulenza, mal di testa ed eruzioni cutanee (in quest’ultimo caso, consultare il medico).

Questo farmaco va usato con cautela in presenza di grave alterazione della funzionalità dei reni ed è preferibilmente da evitare in gravidanza e durante l’allattamento.

Gli antimicotici triazolici, come Fluconazolo, possono interferire con numerosi farmaci. Per evitare inconvenienti è importante segnalare al medico tutti i medicinali da prescrizione e da banco (OTC), i prodotti fitoterapici e gli integratori che si stanno assumendo o che si vorrebbe utilizzare. In particolare, evitare l’associazione con farmaci analgesici e antiacidi.