MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

Farmaco essenziale di classe A, erogato gratuitamente al cittadino
Ricetta medica obbligatoria
Soluzione per iniezioni intramuscolari (flacone polvere da 1 g + flacone solvente da 4 ml)

A che cosa serve

Trattamento delle infezioni dell'apparato respiratorio e genito-urinario, delle vie biliari, della pelle e dei tessuti molli, delle ossa e delle articolazioni. Trattamento di endocarditi, flebiti, tromboflebiti, peritoniti, sepsi puerperali, setticemia.

Quanto ne serve

Negli adulti, la dose giornaliera può variare da 1 a 2 g. Nei bambini, il dosaggio va da 30 a 50 mg/kg di peso corporeo, nell'arco delle 24 ore. In presenza di infezioni particolarmente gravi, la quantità di farmaco può essere aumentata a giudizio del medico. .

Come e quando si prende

La soluzione ottenuta dalla dissoluzione della polvere nel solvente (lidocaina) va somministrata tramite iniezioni intramuscolari ogni 12 ore.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Cefazolina è un farmaco antibatterico efficace e prezioso per contrastare infezioni locali e sistemiche di varia natura, anche gravi.

L'impiego di Cefazolina è controindicato in presenza di allergia agli antibiotici della classe delle cefalosporine e va valutato con cautela in soggetti allergici alle penicilline a causa del rischio di allergenicità crociata. Nei soggetti con funzionalità renale ridotta va valutata un'eventuale riduzione del dosaggio medio consigliato.

Durante la gravidanza e nel bambino nei primi anni di vita, Cefazolina va utilizzata soltanto in caso di effettiva necessità e sotto stretto controllo medico.

Cefazolina di norma non interagisce con altri medicinali, ma la contemporanea assunzione di farmaci nefrotossici, come Kanamicina, Streptomicina, Colistina, Viomicina, Polimixina, Neomicina o Gentamicina, richiede un attento monitoraggio della funzionalità renale durante la politerapia.