MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

 

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia e sintetizzano le informazioni sui prodotti
contenute nella pubblicazione “L’informatore farmaceutico” CODIFA (Ed. 2014).

Farmaco essenziale in classe A, erogato gratuitamente al cittadino
Nella preparazione per via orale, sono disponibili confezioni con compresse da 250 mg o da 500 mg

A che cosa serve

Levofloxacina orale è un antibiotico attivo in diverse infezioni di lieve o moderata entità causate da batteri: sinusite acuta, bronchite cronica, polmoniti, infezioni delle vie urinarie con complicanze, prostatite batterica cronica, infezioni della pelle e dei tessuti molli.

Quanto ne serve

Levofloxacina è disponibile in diverse formulazioni: per uso ospedaliero (classe H) o per uso extra-ospedaliero. Nel primo caso si tratta di soluzioni endovenose riservate alle infezioni gravi da usare esclusivamente in ambiente ospedaliero, nel secondo, invece, il farmaco è disponibile al pubblico in compresse rivestite da assumere per via orale, con dosaggi diversi. Il trattamento per via orale va eseguito una o due volte al giorno e il dosaggio dipende dal tipo di infezione, dalla sua gravità e dalla sensibilità del batterio all'antibiotico. Anche la durata del trattamento varia a seconda del tipo di infezione, e può variare da un minimo di 3 giorni (infezioni complicate delle vie urinarie), a un massimo di 28 giorni (prostatite batterica cronica). Negli altri casi, in genere, la durata varia da 7 a 10/14 giorni.

Come e quando si prende

Le compresse vanno ingerite intere, senza masticarle, con sufficiente liquido, durante o lontano dai pasti. Se il paziente assume anche sali di ferro o antiacidi o sucralfato, levofloxacina va presa almeno due ore prima o dopo questi farmaci.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

La levofloxacina è controindicata nei bambini e negli adolescenti nel periodo della crescita, nei soggetti con epilessia, nelle donne in gravidanza o che allattano al seno. Va somministrata con cautela nei soggetti con particolari caratteristiche cardiache (intervallo QT lungo).

Poiché il farmaco viene eliminato per via urinaria, il suo impiego in soggetti con le funzioni renali alterate va effettuato seguendo una procedura particolare indicata dal medico curante.

Le interazioni farmacologiche che possono ridurre l'efficacia della levofloxacina comprendono i sali di ferro, gli antiacidi e il sucralfato. A sua volta la levofloxacina può interferire con l'azione di altri farmaci, quali la ciclosporina, il warfarin (anticoagulante), e i farmaci che inducono un allungamento dell'intervallo QT.

Gli effetti indesiderati più comuni includono diarrea, vomito, aumento degli enzimi epatici.