MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe A, erogato gratuitamente al cittadino
Ricetta medica obbligatoria
Compresse da 0,18 – 0,35 - 0,7 mg

A che cosa serve

Trattamento della malattia di Parkinson, anche in associazione a Levodopa quando quest'ultima inizia a perdere efficacia.

Quanto ne serve

La dose iniziale corrisponde a 0,264 mg di base (0,375 mg di sale) al giorno, da incrementare gradualmente ogni 5-7 giorni fino a raggiungere una risposta terapeutica ottimale, in assenza di effetti collaterali significativi.

Come e quando si prende

Si assume con un po'acqua, secondo le indicazioni del medico.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

Pramipexolo è un farmaco antidopaminergico prezioso per migliorare il controllo della malattia di Parkinson quando Levodopa da sola non è più in grado di attenuare in modo sufficiente i sintomi motori e iniziano a comparire blocchi muscolari prolungati (fasi off). Il suo impiego non presenta particolari controindicazioni, ma deve essere cauto in soggetti con funzionalità renale ridotta e in presenza di gravi patologie cardiovascolari.

In gravidanza il farmaco va assunto soltanto se assolutamente indispensabile, mentre va evitato durante l’allattamento.

L’impiego di Pramipexolo può associarsi ad alcuni effetti collaterali. In particolare, soprattutto all’inizio del trattamento, possono insorgere allucinazioni e discinesie. Inoltre, è abbastanza comune riscontrare sonnolenza diurna e difficoltà di concentrazione: in questi casi è consigliabile evitare di guidare e di svolgere attività che richiedano una pronta reattività, un buon equilibrio o che implichino l’uso di macchinari pericolosi. In alcuni casi, la terapia con Pramipexolo può indurre disturbi da discontrollo degli impulsi (gioco d’azzardo patologico e ipersessualità).

Gli effetti del farmaco possono essere aumentati dall’assunzione di alcolici o sedativi, entrambi preferibilmente da evitare durante il trattamento.

Pramipexolo può interagire con altri farmaci: per evitare inconvenienti, prima di assumere qualunque tipo di medicinale da prescrizione o da banco (OTC) o preparati fitoterapici è fondamentale informare il medico.

L’eventuale interruzione della terapia con Pramipexolo deve sempre avvenire in modo graduale e sotto controllo medico.